Una dolcezza senza latte!

Dal 2018 il cioccolato di Modica è un prodotto ad Indicazione Geografica Protetta. Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ne tutela la bontà, grazie anche a un disciplinare in cui il cioccolato di Modica è descritto in ogni suo aspetto, dalle caratteristiche agli ingredienti, dal processo alla storia del nostro cioccolato.

Così ho pensato di partire proprio dal disciplinare per raccontarvi meglio le caratteristiche del cioccolato di Modica IGP bean-to-bar che preparo nel mio opificio, frutto di tanta ricerca ma rigidamente dentro i confini della produzione tradizionale.

Partiamo da una delle caratteristiche più particolari del cioccolato di Modica: sapevate che non contiene latte?

Secondo l’antica ricetta tradizionale infatti gli unici ingredienti del cioccolato di Modica sono la pasta amara di cacao e lo zucchero, ai quali possono essere aggiunti spezie o aromi naturali.

In particolare, ogni tavoletta contiene dal 50 al 99% di pasta amara di cacao e dal 50 all’1% di zucchero. Oltre allo zucchero bianco, possono essere utilizzati anche lo zucchero di canna raffinato o integrale.

La mancanza di latte serve a garantire al più famoso cioccolato siciliano la sua piacevole granulosità e a renderlo così diverso dagli altri, perfetto anche per chi è intollerante al lattosio o ha scelto di seguire una dieta vegana.

Ma, per chi invece proprio non vuol rinunciarvi, ne approfitto per ricordarvi che tra i miei prodotti c’è anche un cioccolato artigianale al latte… che ha già ricevuto tanti premi!

Per scoprire di più sulle caratteristiche che rendono unico il mio cioccolato artigianale seguite i miei articoli di approfondimento dedicati al Disciplinare del Cioccolato di Modica IGP.